Comunità 

Noi, sorelle minori di San Francesco, siamo una fraternità francescana nata nel 1981. Affascinate dall’ideale francescano secondo lo stile di vita abbracciato dai Frati Minori Rinnovati, le prime sorelle hanno aperto il cammino. Guidate da Fra Umile di Maria (FMR) esse hanno accettato la sfida di questa nuova realtà all’interno della Chiesa e all’interno del francescanesimo.

Frati Minori Rinnovati erano emersi circa dieci anni prima. Il loro intento fu da sempre, sotto la spinta del Concilio Vaticano II, quello di ritornare allo spirito originario di San Francesco, in osservanza alla Regola che lui stesso aveva scritto per i suoi frati e che poi fu approvata da Papa Onorio III il 29 novembre 1223.

Sentimmo anche noi l’esigenza di intraprendere la strada di Francesco e di professare la Regola, che lui stesso scrisse per i suoi frati e che indica il Vangelo come strada preferenziale di perfezione.

Ai tempi di Francesco, però, non vi era alcuna possibilità per le donne di seguire il suo ideale; oggi noi siamo una delle prime comunità femminili a professare la Regola, che Francesco scrisse per se e per i suoi frati, secondo la lettura carismatica dei Frati Minori Rinnovati.

Noi, come donne consacrate, abbiamo sentito risuonare nel nostro cuore il richiamo di Gesù alla sequela: «Se qualcuno vuol venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce ogni giorno e mi segua» (Lc 9, 23); la stessa voce che risuonò nel XIII secolo nel cuore di Francesco e dei suoi primi compagni quando, dentro a una chiesetta, chiesero a Dio quale fosse la loro strada.

Vogliamo vivere con semplicità il Santo Vangelo di nostro Signore Gesù Cristo, nello spirito di fraternità, nel non possesso, nella gioia della minorità, annunciando ai fratelli con la testimonianza della vita e con le parole, che Gesù Cristo è risorto dai morti e tutti i suoi figli insieme con Lui. La nostra attività specifica e carismatica all’interno della Chiesa è l’annuncio del Vangelo a tutti i livelli e in ogni luogo, in cui il Signore ci invia.

«Conoscete infatti la grazia del Signore nostro Gesù Cristo: da ricco che era, si è fatto povero per voi, perché voi diventaste ricchi per mezzo della sua povertà» (2Cor 8, 9). Sentiamo riecheggiare forte l’ideale evangelico della prima beatitudine, che racchiude tutte le altre: «Beati i poveri in spirito, perché di essi è il Regno dei cieli» (Mt 5, 3). Dunque non riceviamo denaro per nessuna delle nostre attività di servizio o apostoliche, ma prendiamo in cambio ciò che gli altri possono offrirci in natura, senza però pretenderlo. Per tutto ciò di cui abbiamo bisogno e che non ci viene dato, ci affidiamo alla Provvidenza di Dio, facendo la questua. Sappiamo che il Signore non manca mai di dare il suo salario all’operaio che lavora per il Regno dei cieli (cf Mt 10, 10).

La nostra fraternità è attualmente in Italia e in Colombia. In Italia ci troviamo a Tusa (Convento dei Cappuccini) e a Palermo («Nostra Signora delle Grazie»). In Colombia siamo a Pereira (Convento «Porziuncula») e a La Florida (Convento di «Nostra Signora del Silenzio»). La nostra realtà colombiana nasce, anche lì, dal desiderio di un piccolo gruppo di ragazze che, abbracciando lo stile di vita dei Frati Minori Rinnovati in Colombia, sentono la chiamata a vivere il Santo Vangelo. Questo desiderio è confermato nel 1994, quando due sorelle italiane si recano in Colombia per erigere con loro la prima comunità delle Sorelle Minori di San Francesco nell’America del Sud.